Home > Media, Musica > Cinque libri che parlano di musica

Cinque libri che parlano di musica

Narcisisimi rock
Il libro di Dario Salvatori (Donzelli, pp. 160, euro 16,90) è certamente ben informato e scritto con cognizione di causa, pur non allontanandosi mai da un tono didattico che a volte può risultare un po’ banale. La rivoluzione della musica del titolo è quella di Rock around the clock di Bill Haley and the Comets, che inventerà una nuova fascia di mercato, e definirà i giovani come produttori di cultura. Discreto l’inserto fotografico, imperdonabili però le sei foto dell’autore.

L’interminabile cammino
E’ da poco uscito il nuovo disco di Battiato, e puntuale Editori Riuniti manda in libreria un volume sul cantautore catanese. Peccato, però, che Franco Battiato 1965 – 2007, L’interminabile cammino del Musikante – sia in realtà aggiornato al penultimo album, uscito tre anni fa. Per il resto, il volume di Vanna Lovato (pp. 251, euro 16), offre una panoramica completa e approfondita sulla varie attività di Battiato ed è scritto con passione e competenza.

Pfm
Un ricco inserto fotografico, discografia, interviste a membri della band e collaboratori: così Fabrizio Stramacci ripercorre in Capitani Coraggiosi (Stampa alternativa, pp. 125, euro 14) la storia della Premiata Forneria Marconi, una delle formazioni più longeve del rock italiano. Che è passata dal beat al progressive, da Emerson Lake & Palmer a De Andrè, attraversando quattro decenni di musica senza mai perdere la propria strada.

Tesi di laurea?
L’intento di questo percorso storico-letterario è quello di scoprire i nessi tra l’opera del cantautore Francesco De Gregori e la Storia, e in particolare i nessi di alcuni canzoni della sua opera e alcuni periodi storici. A grandi linee, è stato possibile riscontrare due fili conduttori: antifascismo e il senso di memoria e coscienza storica”. Così inizia La Storia siamo noi, di Antonio Piccolo (Bastogi editore, pp. 95, euro 10). Solo per veri fan.

Amici
Napoli, Le vie del canto (Airplane, pp. 256, euro 13,50) è una guida turistica insolita e intrigante, che deve a Bruce Chatwin qualcosa di più del richiamo nel titolo. Partendo da canzoni che hanno fatto la storia della tradizione musicale partenopea, Flaviano De Luca traccia infatti quindici percorsi alla scoperta della città, e con scrittura lieve e appassionata disegna un volto inedito di Napoli, fatto di vicoli e segreti, rap e piccoli ristoranti, cronaca e poesia.

Be Sociable, Share!
Categorie:Media, Musica Tag:
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...