Home > Musica > Radio-mart

Radio-mart

Coraggiosi sperimentatori o geni del marketing? Fermo restante il loro posto nella storia della musica, il giudizio sui Radiohead oscilla parecchio, se li si considera dal punto di vista del mercato discografico. All’inizio di ottobre stupiscono tutti lanciando senza preavviso un disco inedito solo sul web, da scaricare in cambio di un’offerta libera, o anche gratuitamente. Chi invece non può fare a meno del feticcio, può ordinare il cofanetto con due cd e due lp, a 57 euro. Oggi ho comprato il cd (cartonato, con bellissima grafica) da K-Mart a 13,99 dollari, meno di 10 euro.

Pareva che il mercato discografico fosse alla vigilia di una nuova rivoluzione, o meglio: che finalmente stesse per esplodere il potenziale dirompente che da Napster in poi l’Mp3 aveva svelato solo in parte. Invece, tre settimane fa, i Radiohead hanno sospeso l’iniziativa che ha fatto di In Rainbows il primo disco a prezzo libero. Il disco è in vendita nei negozi dal 28 dicembre (ma si è visto anche prima, da noi), e poi anche su iTunes, da cui finora i cinque di Oxford si sono sempre tenuti lontani.

Così fioccano le polemiche: Nicky Wire dei Manic Street Preachers ha dichiarato al Daily Star che la mossa dei Radiohead sminuisce il valore della musica, e il mese scorso aveva espresso la stessa opinione anche Jean Michel Jarre. D’altra parte, se l’iniziativa si fosse dimostrata economicamente remunerativa, perché interromperla dopo tre mesi? La risposta non sembra stare nei numeri, in quel 66 per cento che ha scaricato il disco senza pagare (sono dati che gli stessi Radiohead hanno dichiarato imprecisi): il manager della band, dichiara infatti che la loro è una strategia prevista fin dall’inizio per essere attuata una sola volta, e che non sarà ripetuta. Tutto previsto, dunque? Può darsi, ma c’è chi avanza il sospetto che Yorke e compagni abbiano semplicemente voluto monetizzare un evento inevitabile: tutti i loro dischi precedenti, infatti, si trovavano sulle reti di P2P settimane o mesi prima dell’uscita ufficiale. Con la geniale sperimentazione di In Rainbows è successo lo stesso, ma almeno qualcosa ci hanno guadagnato, sia in denaro che in pubblicità.

Be Sociable, Share!
Categorie:Musica Tag:
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...